I denti e l’alimentazione: cosa c’è da sapere?

I denti e l’alimentazione: cosa c’è da sapere?

A tanti di noi è capitato almeno una volta di presentarci dal nostro Odontoiatra per la nostra visita di controllo e che ci venisse data una brutta notizia: “Signor Racca su questo dente c’è una carie!”

 

Quindi (una volta ripresici dallo shock) di domandarci: “Ma cos’è una carie? Cosa l’ha causata? C’è modo di combattere questo problema o di evitare che succeda ancora?”

 

E’ concetto comune che la carie venga se non ci si lava accuratamente i denti o se si è predisposti… ma non sono gli unici fattori!

 

La carie infatti è una patologia su base batterica che causa la progressiva demineralizzazione dei tessuti duri del dente ed è influenzata da cause e fattori diversi tra cui:

 

  • l’alimentazione
  • il livello di igiene orale
  • la predisposizione individuale allo sviluppo della carie
  • l’utilizzo di presidi contenenti fluoro

 

L’equilibrio di ognuno di questi fattori può far pendere l’ago della bilancia verso la salute del dente o viceversa verso la formazione di una carie.

Mentre per gli altri fattori la situazione negli ultimi decenni è andata molto migliorando, per quel che riguarda l’alimentazione, la tendenza è verso un aumento del consumo di zuccheri e vige ancora un po’ di disinformazione!

 

Quali sono i cibi che danneggiano i denti?

Nella lista nera dei cibi che danneggiano i denti troviamo tutti gli alimenti contenenti grandi quantità di zuccheri e/o acidi:

 

  • bevande zuccherate e gassate
  • alcuni succhi di frutta con aggiunta di glucosio
  • alcol
  • dolciumi solidi vari

 

Gli zuccheri alimentano i batteri che producono la carie e gli acidi indeboliscono i tessuti duri dei denti, rendendoli più vulnerabili!

 

Inoltre i cibi molto appiccicosi, come caramelle e biscotti, sono doppiamente dannosi perché gli zuccheri non riescono ad essere rapidamente eliminati dall’azione “auto-pulitrice” di saliva, lingua e guance.

 

Non è importante solo la quantità degli zuccheri ingeriti ma la frequenza dell’assunzione! E’ molto più dannoso assumere zuccheri ogni quarto d’ora anche se in piccole quantità che consumarne grandi quantità in occasione dei pasti principali. Questo perché l’ambiente orale rimane esposto più a lungo all’azione degli zuccheri e non ci si può lavare i denti ad ogni piccolo snack.

 

Ma ci sono anche buone notizie: puoi consumare cibi che aiutano i denti a combattere la carie!

 

Alimenti contenenti:

 

  • magnesio: verdure lenticchie, carciofi, carboidrati integrali, formaggi
  • fosforo: pesce, pollame, cereali, farro
  • fluoro: The (ricco anche di polifenoli), uva secca
  • fibre, vitamine e minerali: frutta e verdura
  • cacao: la teobromina contenuta rinforza lo smalto a patto che non vi sia aggiunta di zucchero!

Inoltre consumare frutta dura, come una mela, aiuta l’ auto-detersione dei denti.

 

Quali sono i cibi che ingialliscono i denti?

 

Una categoria a lato è costituita dai cibi che macchiano i denti, rilasciando pigmenti che si depositano sullo smalto. Se si vuole evitare questo inconveniente occorre fare attenzione ad esempio:

 

  • caffè
  • salsa di soia
  • vino rosso
  • barbabietola
  • liquirizia, carciofi e frutti di bosco
  • te
  • liquori scuri
  • verdure fortemente colorate come gli spinaci

 

A questo si può comunque porre rimedio con una accurata seduta di Igiene Orale Professionale.

 

CONSIGLI UTILI

 

Qualche consiglio utile al fine di mantenere la tua dentatura in salute:

  • assumere zuccheri 3-4 volte al giorno solo durante i pasti principali
  • assumere cibi il più possibile non cariogeni od a bassa cariogenicità
  • assumere più fibre (cereali, frutta fibrosa)
  • evitare cibi appiccicosi
  • assumere più frutta e più verdura
  • adottare corrette abitudini di igiene orale
  • usare dentifrici e colluttori contenenti fluoro
  • sottoporsi a regolari controlli dal tuo Odontoiatra ed Igienista Dentale

 

Dr. Racca Stefano